MarradiMia: Per Eremi e Abbazie.

Prenota Richiedi prenotazione

Da EUR 360

Esistono ancora oggi luoghi isolati in cui è possibile farsi avvolgere da un silenzio assoluto e godere di una natura fatta di montagne, torrenti, boschi e alberi secolari. È il caso degli Eremi di San Michele in Trebbana e  di San Barnaba in Gamogna e dell’Abbazia di Badia della Valle. Questi millenari luoghi di preghiera sorgono a pochi chilometri l’uno dall’altro, in equilibrio sul confine tra Romagna e Toscana. Monaci, santi e pellegrini hanno calpestato per secoli i sentieri che il nuovo viandante può ripercorrere, a passo lento, dove camminare vuol dire anche fermarsi e ammirare. 
 
Venerdì:

arrivo dalle 15.00 a Badia della Valle, accoglienza e sistemazione in camera. Cena in struttura.
  
Sabato:

partenza per  Eremo di Gamogna. Da Badia della Valle si risale la valle e dopo 3,5 Km si arriva, sulla destra,  all’imbocco di una strada, cementata solo nelle salite più impegnative,  che in 4 Km porta all’Eremo di San Barnaba in Gamogna, situato a 793 metri s.l.m. Il luogo di ritiro religioso risale all’XI secolo ed è stato oggetto di un attento restauro tornando al suo antico splendore. Di particolare interesse sono la chiesa romanica, ben rinnovata e sormontata da un campanile a vela, e il gruppo di case riservate al ritiro dei monaci. Per il ritorno, dietro l’Eremo, vicino all’orologio solare, parte il sentiero che ridiscende nella Valle Acerreta attraversando un secolare castagneto. Si ritorna alla strada comunale che conduce a Badia della Valle. Volendo, si può parcheggiare la macchina all’imbocco della strada cementata.
  
Domenica:

partenza per L’Eremo di Trebbana. Da Badia della Valle si prosegue su strada asfaltata fino a  giungere, sulla sinistra, a Ponte della Valle, largo spiazzo dove poter posteggiare l’automobile. Da questo punto comincia la strada interpoderale indicata come sentiero C.A.I. 549. Dopo circa un paio di chilometri, con alcune salite impegnative, la carraia sfocia in un ampio prato e sulla destra prende forma la sagoma della chiesa di San Michele in Trebbana con annessa un’ampia canonica. 
 
La sua fondazione risale al 1063, anno in cui la chiesa fu donata a San Pier Damiani per gli eremiti di Gamogna. Da non perdere la visita alla vicina quercia di Trebbana. Albero secolare dall’imponente chioma e con un tronco che sfiora i 5 metri di circonferenza. Il  ritorno è sulla stessa strada dell’andata.

Da EUR 360

+0 Opzioni aggiuntive

Prenota Richiedi prenotazione

PDF

Scarica una scheda informativa PDF con tutte le informazioni riguardanti il giro selezionato Scarica pdf
Badia della Valle
Eremo di Gamogna
Valle Acerreta
Eremo di Trebbana

 

 

In evidenza

  • Trekking facile
  • Degustazione di prodotti locali
  • ​Guida ambientale

Itinerario

  1. Marradi